Rete180

rete180mn@gmail.com

Seguici su

Mi Riguarda

Mi Riguarda osservatorio per la salute mentale e la lotta allo stigma

Mi Riguarda è una associazione mantovana di volontariato culturale senza scopo di lucro, apartitica, aconfessionale, democratica fondata nel 2013.
L’associazione è aperta alla adesione di tutti i mantovani e trae le proprie forze dalla collaborazione volontaria e gratuita dei propri associati.

Trae ispirazione dalla Costituzione della Repubblica Italiana che sancisce i diritti individuali alla salute, alla libertà personale, alla non discriminazione. E sostiene il rispetto e la piena applicazione della legge 180/78, la cosiddetta legge Basaglia.
Opera perché l’affermazione di quei diritti si traduca in servizi per i cittadini e comportamenti socialmente condivisi.

Ci chiamiamo Mi Riguarda perchè la salute mentale interessa tutti.
Privilegiamo la partecipazione perchè pensiamo che essa stessa sia salute mentale.
Desideriamo parlare della salute mentale in modo semplice perchè ciascuno possa prendere parola ed esprimere direttamente i modi di sentire ed i bisogni che riguardano la salute ed il disagio mentale.

Ci occupiamo di monitorare lo stato della salute mentale dei mantovani e l'adeguatezza del sistema dei servizi sociali e sanitari.
Svolgiamo attività di advocacy in modo da influenzare a favore dei cittadini le politiche pubbliche che hanno impatto diretto sulla vita delle persone.
Siamo impegnati in campagne di opinione sui temi della salute mentale e dello stigma che ancora colpisce le persone che hanno il problema.
Abbiamo promosso la campagna “E tu slegalo subito” contro le pratiche coercitive e di limitazione della libertà personale e la campagna “Stopopg” perchè venisse completata la lege 180 con l'abolizione degli ospedali psichiatrici giudiziari.
Ora siamo impegnati nella campagna 40 x 180 in occasione del quarantennale della legge omonima legge.

Da due anni la nostra associazione gestisce la radio Rete 180 la voce di chi sente le voci e nel prossimo autunno intendiamo promuvere il corso per volontari della salute mentale : “Essere cittadino attivo per la salute mentale”

Rete 180 oggi

La radio Rete 180 la voce di chi sente le voci è stata fondata nel 2003 d un gruppo di pazienti ed operatori del Centro Psicosociale di Mantova.
E' stata la prima radio della salute mentale ad essere fondata in Italia, poi seguita da una ventina di altre esperienze.
Le sue trasmissioni sono prodotte quasi completamente da persone che hanno o hanno avuto problemi di salute mentale.
Nel corso del tempo ha assunto differenti forme organizzative. Nata come attività “riabilitativa” ha presto assunto una dimensione autonoma come medium radiofonico. Il palinsesto ha da sempre crattere generalista. La radio, infatti, non vuole parlare di salute mentale, ma essere fatta da persone che hanno o hanno avuto il problema.
Per questa ragione le varie redazioni che si sono succeddute nel tempo hanno definito forme e contenuti delle trasmissioni.
Distaccatasi dai servizi psichiatrici, Rete 180 è divenuta del tutto autonoma. Per un periodo si è costituita come circolo Arci, per poi confluire nella associazione di volontariato Mi Riguarda.
Ha cambiato sede ed oggi gli studi sono ospitati in locli attigui alla sede del Centro Servizi per il Volontariato in strada Montata 3 a Cittadella(Mantova).
Nel suo assetto attuale, infatti, Rete 180 si propone oltre che come la storica voce di chi sente le voci anche come radio del volontariato e laboratorio rivolto ai giovani ed agli studenti proponendo sia stages che attività di alternanza scuola lavoro.

Redazione

La nostra redazione è colorata e multiforme. Abbiamo compiti diversi, passioni diverse , peculiarità diverse... ma non siamo diversi. O forse sì...ma diversi da chi poi? A noi piace fare radio. E ora ci presentiamo:

Leggi tutto

  • 1
  • 2

Sito ospitato da dpm web&seo

Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultare la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito